domenica 23 dicembre 2012

corso monte grappa-sopralluogo-

Genova 23-12-12

A seguito del recente sopralluogo ringraziamo il V.Presidente dott. Burlando e l'ass.Ivaldi del Municipio  Bassa Val Bisagno per l'attenzione ai problemi ed alle possibili soluzioni  relativi alle fermate AMT , al posizionamento dei cassonetti AMIU ed al  miglioramento della sosta e della vivibilità di corso Monte Grappa

Per il Comitato Montello Valbisagno

ing. G.Bado

ascensore montello/ponterotto - sistemazione cartelli




Genova 23-12-12

Ringraziamo AMT  ( dott.Pellegrino)  per il sollecito intervento correttivo sui cartelli delle telecamere.

Con l'occasione auguriamo buone feste a tutti i ns lettori

Per il Comitato Montello Valbisagno

ing. G. Bado

domenica 14 ottobre 2012

risistemazione cassonetti AMIU, cose che non vanno



                                                                                                                
Alla Direzione AMIU

All’ Assessore alla Mobilità e Traffico
                                                                                  del Comune di Genova

All’ Assessore alla Legalità e Diritti
                                                                                  del Comune di Genova

Al Presidente del Municipio 3  Bassa ValBisagno

                                                                                  

Genova 12 ottobre 2012
Oggetto : sistemazione cassonetti AMIU/stalli di sosta

Vi scriviamo nuovamente , correndando la ns. segnalazione con alcune foto, per lamentare che quello che poteva essere un buon lavoro, per i soliti motivi di trascuratezza, incuria ed indifferenza alle necessità dei cittadini si è rivelato un mezzo pasticcio.

punto di raccolta tra civ 35 e 37

Il risultato è che adesso la zona di sosta Blu Area all'estremità nord del muraglione è lunga circa 7 m per cui non ci stanno più due auto ma una sola.
Lo spazio in eccesso per l'auto , circa 2 m viene , ovviamente utilizzato dai motocicli che diventano facile bersaglio di multe.
Ritagliare uno spazio di circa 2-3 m per stalli per motocicli adiacente alle catenelle potrebbe almeno mitigare la situazione.


La rimozione del cassonetto AMIU da vicino al dispositivo alzasbarra non porta alcun vantaggio alle auto che effettuano la curva, l'accumulo di detriti per terra lo testimonia.



Si poteva benissimo utilizzare quella zona per 2-3 cassonetti del vetro, migliorando la situazione attuale che ne vede posizionato solo 1 sotto il muraglione
Questo avrebbe consentito di ridurre ad uno solo il corridoio di accesso tra i cassonetti carta e plastica




Per quelli della carta e cartone facciamo notare che gli altri tipi, anche nuovi,  in giro per la citta , hanno accessi di ben altre dimensioni. e comunque a lasciali aperti si fa solo una cortesia ai cittadini e si facilita la deposizione della carta.

punto di raccolta civ 33 

Qui è stato fatto un lavoro migliore anche se un più accurato posizionamento degli spazi verso valle avrebbe fatto guadagnare  spazio per la zona di sosta BluArea.
Vi facciamo notare che anche questo punto, in pendenza, è come il precedente soggetto a forti raffiche di  vento da nord che vedono i cassonetti plastica con i blocchi verso monte e quindi di ben scarsa efficacia






punto di raccolta slargo civ 16-18

E' evidente la scarsa cura posta nella definizione ed esecuzione del posizionamento dei cassonetti vetro e carta  il cui accesso è reso difficoltoso da un vecchio dissuasore di sosta




stalli motocicli
Ripresentiamo la richiesta di incrementare di 4-5 unità gli stalli per i motocicli utilizzando la larghezza in eccesso delle strisce pedonali che vanno dal marciapiede del civ 14 a quello del civ 20.




Confidando che quanto espresso sia preso in considerazione e che vengano presto risolte le situazioni che rendono scomoda la vita , non ultimo vengano completati i lavori al muraglione la cui recinzione , da molti mesi ormai, sottrae posti ai pochi disponibili per gli abitanti della via Montello.

cordiali saluti

per il Comitato Montello Valbisagno

Ing. G. Bado


mercoledì 12 settembre 2012

sporcizia nel verde di via Montello e corso Monte Grappa




Genova 12/09/12

riceviamo e volentieri pubblichiamo

per il Comitato Montello Valbisagno

ing.G.Bado


***********************

Spett.le Società

Ringrazio della cortese risposta, ho notato che il sacco segnalato è stato rimosso ma l'accumulo di terriccio, foglie e aghi continua a rimanere invariato, di conseguenza non è stata fatta nessuna pulizia in merito. 
La mia precedente email è stata spedita a tutte le autorità competenti da Lei citate, da cui non ho ricevuto risposta tranne che dal sig. Danovaro che Vi ha informato via fax in merito alla questione.

Cordialmente

Federico Panzano
 
_______________________________________
Federico Panzano
Via Montello 27
16137 Genova
 +39 010 455.05.79
 +39 339 831.03.27
www.coroflot.com/federicopanzano
_______________________________________

Da: Contatti <contatti@amiu.genova.it>
A: Federico Panzano <federico.panzano@yahoo.it>
Cc: municipio3segnalazioni <municipio3segnalazioni@comune.genova.it>; Mauro Danovaro <mdanovaro@comune.genova.it>; assambiente@comune.genova.it; asslavoriemanutenzioni@comune.genova.it; comitatoviamontello@virgilio.it
Inviato: Mercoledì 12 Settembre 2012 15:52
Oggetto: R: Rifiuti in Discesa Montello

Egregio signor Panzano,
in merito alla sua segnalazione desideriamo informarla di avere effettuato un’ attento sopralluogo nella zona in questione, durante il quale abbiamo constatato che l’accumulo di rifiuti e terriccio derivante dalla vicina scarpata spesso vanifica i nostri interventi di spazzamento.
Altresì la bonifica della scarpata non rientra tra le competenze della nostra azienda ma di Aster del Comune di Genova a cui deve rivolgersi.
In ogni caso nei giorni scorsi abbiamo provveduto ad effettuare la pulizia della zona e, nel caso di Corso Montegrappa, anche con l’ausilio della spazzatrice meccanizzata, con il preventivo posizionamento dei cartelli di divieto di sosta.
 
Cordiali saluti  
 
Amiu Genova S.p.a.
Ufficio Relazioni con il Pubblico
Tel. Callcenter 010.898.08.00
cid:image001.jpg@01CD5ABD.5D311930

largo Giardino: marciapiede con sconnessioni da verificare



Da:comitatoviamontello@virgilio.it   (comitatoviamontello@virgilio.it)  

A:
<municipio3segrpres@comune.genova.it>, <asslegalitadiritti@comune.genova.it>, <asslavoriemanutenzioni@comune.genova.it>


Genova 12/09/12

buona sera


vi segnaliamo che in largo Giardino nel tratto di marciapiede tra la fermata del  49 direzione Brignole e la cabina telefonica ci sono dei lastroni del marciapede spostati che lasciano chiaramente  intravvedere un vuoto sottostante.
una rapida verifica prima di qualche sgradevole evento sarebbe opportuna
cordialmente
ing. G.Bado

via Montello : cassonetti AMIU e topi a gogò

A : contatti@amiu.genova.it>
Cc:"municipio3segnalazioni"<municipio3segnalazioni@comune.genova.it>, "Mauro Danovaro"<mdanovaro@comune.genova.it>, <assambiente@comune.genova.it>, <asslavoriemanutenzioni@comune.genova.it>, <asslegalitadiritti@comune.genova.it>

Genova 12/09/12

buona sera

con il transennamento del muro tra i civ.33 e 35 si è creata una situazione di disagio acuita dalla mancanza di sensibilità da parte del personale amiu e della altre altre aziende addette al ritiro dei RSU.

in particolare dei tre cassonetti per la carta posti tra il 33 ed il 37 , che ostruiscono il marciapiede cosa peraltro difficile da evitare, due sono chiusi a chiave lasciandone solo uno facilmente utilizzabile per l'inserimento della carta.

infatti spesso uno è stracolmo e gli altri semivuoti e con scatoloni , che è difficilissimo inserire nella feritoria , in giro 

nota: per fortuna chi ha approvigionato quelli della plastica per ns fortuna ha scelto un tipo con sportello alzabile
gli altri sono parcheggiati in mucchio selvaggio di fronte al passo carraio del civ 33 e sono spesso posizionati in modo che solo pochi siano fruibili.

capita anche che quelli della carta sia piazzati in due file con quelli lato muro con la feritoia contro il muro

ovviare a questi disagi non è certo un costo per il comune 

a seguito di questa richiesta speriamo di non trovarne in maggior numero chiusi e posizionati con le aperture inacessibili

ps : ovviamente i topi impazzano ma sembra non sia compito di nessuna azienda comunale provvedere a piazzare le trappole e rimuovere i "caduti sul campo"

cordiali saluti
g.bado

domenica 9 settembre 2012

muretto piazza Manin, rispristino parziale e non certo economico


c.att. ass. Giovanni Crivello

Il muro di cinta tra Via Assarotti/Piazza Manin, crollato a causa del l’urto dovuto al camion il cui autista è morto sul colpo è stato ripristinato nella parte centrale crollata.
Poi in seguito sistemato anche l’intonaco,  nella parte centrale e lato destro e sinistro.
Non si comprende il motivo tecnico o economico per cui come evidenziato dalle foto allegate, un punto vicino non si stato ripristinato…….
Nella globalità dei lavori di manutezione comunale incide poco ma lavorare evitando spreco di tempo e denaro è il principio che distingue la buona gestione da quella fallimentare.


per il comitato Montello Valbisagno

PI Gianni Torri

domenica 5 agosto 2012

risolto il problema guano in salita Meloni


riceviamo e volentieri pubblichiamo
per il Comitato Montello Valbisagno
Ing. G.Bado


Sig Bado buongiorno
io non so se sono state le varie segnalazioni da me fatte a tutti gli enti e anche aVoi, ma il problema dei piccioni in salita Meloni è stato risolto!
forse perchè non ha dovuto pagare il comune ma il palazzo di Via Montaldo proprietario del muro sotto la scalinata!!!
Da quanto ho saputo dagli operai della ditta che sta lavorando al problema, sono venuti i Vigili a fare un sopraluogo e hanno fatto un ingiunzione al condominio di eseguire immediatamente il lavoro insieme alla mesa in sicurezza del muraglione .
 
Il comune e i municipi più che sudditi ci vedono come mucche da mungere!!!!
Fanno poco spendendo un sacco di soldi e sempre con poca cognizione!!
 
Comunque grazie di esserci siete molto utili
 
 
Alessandra Portento

miglioramento segnaletica e sicurezza in via Assarotti


Al Signor Sindaco
                                                                                  del Comune di Genova

All’ Assessore alla Mobilità e Traffico
                                                                                  del Comune di Genova

All’ Assessore alla Legalità e Diritti
                                                                                  del Comune di Genova

Al Presidente del Municipio I  Centro Est

                                                                                  Al Signor Comandante
                                                                                  della Polizia Municipale di Genova

                                                                                  Al DG AMT Genova

Genova 05 Agosto 2012
Riferimento : segnaletica  in via Assarotti

Cogliamo l’occasione della recente interrogazione del consigliere Edoardo Rixi sulla carente manutenzione del manto stradale e dei marciapiedi di via Assarotti , oltre che della vasca di confluenza dei rivi sotto piazza Corvetto che provoca i problemi segnalati al sottopasso di via S.Giacomo e Filippo, per richiamare l’attenzione sulla ns proposta , pubblicata il 21/01/12 , per migliorare la scorrevolezza e la sicurezza di via Assarotti.
Mentre la prima parte è stata messa in pratica  con la realizzazione della doppia corsia nella zona antistante lo sbocco in piazza Corvetto, la seconda parte consistente nel nuovo tracciamento delle striscie spartitraffico da Manin a via Peschiera , nel miglioramento degli attraversamenti ( anche con semafori a chiamata) e delle fermate bus , deve ancora essere effettuata.
Il nuovo tracciamento dovrà razionalizzare la larghezza delle corsie di salita e discesa in modo da allargare la corsia ascendente tra via Peschiera e via Curtatone , dove sono presenti gli stalli di sosta, e quella discendente tra piazza Manin e via Curtatone.
Richiamiamo anche l’attenzione sulla mancanza di una segnalazione in piazza Manin, per i veicoli provenienti dal largo Giardino e da Assarotti ,  del fatto si passa da due corsie per senso di marcia ad una sola, restringimento che è particolarmente pericoloso all’imbocco di via Assarotti .

Per il Comitato Montello Valbisagno

Ing.G.Bado

incontro con il Presidente del municipio 3, Bassa Val Bisagno


Giovedì 19 luglio siamo stati ricevuti dal Presidente del Municipio III Valbisagno, presenti il Vice Presidente Burlando  e l’Assessore Ivaldi.
Il Presidente, motivando il suo ruolo istituzionale, ha sottolineato che le sue priorità vanno oltre le  “lamentele” indicate nelle proposte del fare che il Comitato pubblica.
Ci ha sottolineato le difficoltà economiche, che riteniamo siano note ad ogni cittadino genovese da Largo Giardino a Pedegoli e oltre.
Ha sottolineato che i fondi limitati consentono solo gli interventi strettamente necessari, tra i quali il  miglioramento  della sicurezza stradale , come in Corso Montegrappa e Via Montaldo dove è stata  rinnovata la segnaletica orizzontale e sono stati fatti degli interventi sfalcio sul verde pubblico.
Abbiamo fatto presente che non si capiscono le ragioni per cui alcuni passaggi pedonali particolarmente pericolosi sono stati trascurati e sottolineato che la sistemazione di nuovi paletti posati in Via Montaldo, che per altro hanno ridotto i posti auto, poteva essere una spesa evitata .
L’incontro si è concluso con la promessa del VP Burlando e dell’assessore Ivaldi di un sopralluogo in corso Monte Grappa per verificare le carenze e le soluzioni indicate dal ns Comitato

Per il Comitato Montello Valbisagno

Ing. G.Bado

sabato 4 agosto 2012

alcuni semplici interventi per migliorare qualità ed economicità del servizio AMT


Ci sono alcuni semplici interventi che possono aiutare a migliorare sensibilmente l’efficienza dei bus AMT
Tra quelli di più facile ed economica implementazione:

-         facilitare l’accosto dei bus ai marciapiedi ; si velocizza la salita e discesa dei passeggeri , si riducono i tempi di fermata e possono essere effettuate più corse a parità di ore di guida dei conducenti. In molte fermate bastano semplici accorgimenti come non piazzare i cassonetti AMIU a monte delle fermate, e tracciare i zig zag gialli a valle anziché a monte delle fermate in coerenza con la traiettoria di ingresso ed uscita del bus dalla fermata; un caso scuola sono le fermate del 36 sul ponte caffaro, un vero esempio di pessima pianificazione e tracciatura che vanifica la presenza di un ottimo marciapiede

-         in corrispondenza delle fermate tracciare sulla carreggiata a fianco del marciapiede una “banda di cortesia” , larga 20-30 cm,  che segnali in modo chiaro e verificabile che il bus ha correttamente accostato impegnando la banda con le ruote lato marciapiede

-         sui bus 4 porte organizzare le porte di salita e discesa in modo alternato per facilitare la distribuzione dei passeggeri sulla piattaforma ; il vantaggio è doppio perché aumenta sensibilmente la portata e si riducono i tempi di sosta alle fermate; oppure prendere esempio da Torino dove le porte dei bus tram e metro sono tutte utilizzate i salita e discesa.

-         rialzare i marciapiedi alle fermate ed utilizzare le zone dei marciapiedi già adesso conformate a piattaforma oltre ovviamente ad estendere l’installazione delle piattaforme a tutte le fermate; se questo venisse fatto iniziando da quelle più frequentate , es in via XX settembre il vantaggio per i passeggeri e per il bilancio non sarebbe irrilevante. Ci sono poi casi come quello della fermata in via XX settembre all’altezza del ponte monumentale in direzione discendente che già dispongono della piattaforma , peccato che i bus si fermino ben distanti dal marciapiede prima dell’inizio della piattaforma.

-         Eliminare i doppioni in superficie dei percorsi del metro a partire dal 7 che non si capisce che senso abbia la tratta brin principe quando le vetture in servizio potrebbero benissimo aumentare il servizio in val polcevera tra brin e ponte decimo ed in valbisagno rinforzando il 13 e 14

-         Per il 13 e 14 cadenzare meglio le corse , ed utilizzare il SIMON , per evitare attese lunghe e passaggi di bus a coppie accodate o molto ravvicinate ; anche qui si aumenta la capacità , la qualità e l’economicità del trasporto.


per il Comitato Montello Valbisagno

ing. G.Bado

petizione per la sosta e transito nelle vie Bobbio e Canevari direzione mare











domenica 22 luglio 2012

guano e problemi sosta in via Chiappazzo , Salita Meloni e via Montaldo


carissima sig.ra Portento

riceviamo e volentieri pubblichiamo la sua segnalazione  sperando in una soluzione del problema.

Visto come vengono mal spesi  i pochi soldi disponibili non è che nutriamo molte speranze anche se non disperiamo di essere smentiti dai fatti.

Come esempio del cattivo uso dei pochi fondi disponibili per manutenzioni e lavori pubblici sul marciapiede lato monte di via Montaldo , tra la fermata del 34 Montaldo/Scalinata Montaldo ed il passaggio pedonale , sono stati piantati dei nuovi paletti con l'unico risultato di sottrarre almeno un paio di parcheggi in una via che già soffre di una grave carenza di posteggi.

Se avessero spostato la fermata del 34 nella zona palettata sarebbero stati spesi meno soldi pubblici e sarebbero stati messi a disposizione dei cittadini alcuni stalli di sosta.

Ma forse è sperare troppo da chi nei municipi ed in comune ci vede come sudditi.

Per il Comitato Montello Valbisagno

ing. G.Bado



Buongiorno
vorrei segnalarvi 2 problemi di Via del Chiappazzo e di salita Meloni
Il primo :PICCIONI E LORO GUANO
il problema è presente un pò in tutta la Via , ma in cima a salita Meloni è GRAVE!
I piccioni (spesso malati)stazionano sui tubi sotto la scalinata , si è formata una notevole guantità di guano, che non devo ricordarvi la pericolosità!
Io abito al civ 4 di salita Meloni , proprio davanti alla piazzetta, ora ce li abbiamo anche sul tetto e sporcano dal portone, probabilmente hanno messo dei dissuasori da qualche parte e si sono trasferiti, in più spesso troviamo gente che gli dà da mangiare!!
Ho già fatto segnalazione al municipio, all'AMIU e anche al secolo, inviando anche le foto che vi allego.
Dalla disperazione ho chiesto un preventivo ad una ditta Privata (PARODI 0107403240)che effettuato un sopraluogo, mi forniva un preventivo di € 600. per la pulizia del suolo in piazzetta e mettere dei dissuasori.
Il secondo : SOSTA SELVAGGISSIMA
Da quando sono state istituite le strisce blu il transito nelle vie è difficile, se avessimo bisogno di soccorsi come arrivano che io con una 600 a volte riesco a stento a passare.......?Sono già rimasta bloccata , quando avevo un mezzo più grande per una vettura "parcheggiata", avendo un bimbo piccolo ,vorrei avere la sicurezza di poter muovermi senza problemi;senza contare che da quando c'è l'officina in Via del Fossato è ancora più un problema, spesso mi trovo a dover "aspettare " i loro comodi prima di imboccare la strada per casa.
Anche su questo punto ho già segnalato anche ai Vigili, allo sportello del cittadino, non servono le multe ma bisogna mettere dei dissuasori, in modo che non ci si fermi proprio, che le zone di sosta possibile, (se ce nè)siano segnate!
Grazie per tutto quello che riuscite a fare
PORTENTO ALESSANDRA

sicurezza attraversamenti pedonali e stalli di sosta


Genova 04.07.12
          c.att. ass. crivelli ; ing merlino
pc :
prof. marco doria , dott. brasesco
presidenti: leoncini; ferrante; gianelli; murruni

oggetto : 
sicurezza attraversamenti pedonali e stalli di sosta

mentre vi ringraziamo per aver provveduto al ripristino delle strisce pedonali ed alla tracciatura delle bande di preavviso in c.so monte grappa siamo a lamentare il perdurare della situazione di pericolo alla confluenza di via montaldo e via burlando in largo giardino.

sono entrambe in curva e molto pericolose e non si comprende per quale ragione vengano trascurate.

azzardiamo che la loro presenza sia stata, in qualche momento, dimenticata e quindi non esistano più per chi le deve sistemare.

un altro punto dolente , che abbiamo già segnalato , è la mancanza di un criterio uniforme nella distanza tra le bande di preavviso ed i passaggi pedonali
è un fatto non così marginale perchè ingenera confusione nei conducenti e non è solo presente nella ns zona ma in tutta genova

un altro punto su cui torneremo in modo focalizzato è la mancanza di un criterio di sicurezza nel tracciamento degli stalli di sosta in molte vie cittadine.

via assarotti e via fillak sono due case study perchè in molti tratti di queste due vie, ma ce ne sono molte , troppe nelle stesse condizioni, gli stalli sono assurdamente tracciati nella corsia più stretta.

alcuni tratti di via fillak e via assarotti sono un caso da manuale che merita un posto su you tube.

ovvio poi che gli incidenti siano numerosi.

ma i costi umani e sociali degli incidenti e su come essi  ricadono in modo assolutamente asimmetrico su diversi soggetti pubblici  sono un tema scottante che affronteremo in un prossimo articolo sul ns .sito

restiamo a disposizione per approfondire quanto esposto e porgiamo distinti saluti

per il comitato montello valbisagno

ing.g.bado




pulizia verde e rifiuti


riceviamo e volentieri pubblichiamo sperando in una soluzione del problema segnalato
per il comitato montello valbisagno
ing.g.bado


Spett.le Municipio III

Recentemente sono stati eseguiti lavori di pulizia del verde in Discesa a Via Montello ed aree adiacenti (scarpata tra via Montello e C.so Montegrappa) ma non si è provveduto alla rimozione dei rifiuti che si sono accumulati nei mesi precedenti quando erbacce e sterpaglie erano molto alte. Attualmente diversi tipi di rifiuti ingombrano il passaggio alla strada e favoriscono la proliferazione di topi ed altri animali.

Sperando in un Vostro celere intervento porgo i miei migliori saluti

Federico Panzano

domenica 24 giugno 2012

pericolose carenze della segnaletica nella zona di Largo Giardino


                                                                                              MUNICIPIO III GENOVA
                                                                                              BASSA VAL BISAGNO


                                                                                              MUNICIPIO IV GENOVA
                                                                                              BASSA VAL BISAGNO     
                                                 
                                                                                              MUNICIPIO I GENOVA
                                                                                              CENTRO EST


                                                                                              Assessorato Mobilità e Traffico
                                                                                  Assessorato Legalità e Diritti
                                                                                  Assessorato Lavori pubblici e Manutenzioni

                                                                                             pc : Sindaco di Genova



Genova 27/06/12

Riferimento: situazioni di pericolo in via Montaldo/largo Giardino

Oggetto: zona attraversamenti pedonali Montaldo /Burlando/Giardino

Nelle foto allegate segnaliamo che permangono alcune criticità della segnaletica in zona Largo Giardino.
in particolare il passaggio pedonale allo sbocco di via Montaldo è privo delle bande di preavviso che esistevano fino all'ultimo rifacimento del manto stradale , come si può vedere dalla foto satellitare del 2007, foto 1 e 2,   e come si può rilevare sul posto dalle tracce delle bande rimaste tra il bordo della nuova asfaltatura ed il marciapiede di via Montaldo all'altezza di via Montello. 


                                 foto 1  - satellitare 2007 zona Montaldo/Burlando/Giardino



                                foto 2  - 18 giugno 2012  da Montaldo circa civ 36 verso Giardino


In via Burlando mancano le bande di preavviso  dell'attraversamento posto allo sbocco in Largo Giardino, come visibile nelle foto 1 e 3




                                           foto 3  - 18 giugno 2012  da Burlando verso Giardino

Ovviamente dotare questi attraversamenti di bande sonore di preavviso, o almeno dei segnalatori ottici inseriti nel manto stradale, sarebbe di notevole rafforzamento della sicurezza dei pedoni.

In largo Giardino il cartello di segnalazione delle zebre pedonali all'arrivo da piazza Manin , posto sul lato destro è ruotato di 90° ed invisibile per i veicoli provenienti da Manin, mentre manca del tutto quello sul lato sinistro.


                                      foto 4  - 23 giugno 2012  da Burlando verso Giardino

Confidiamo in un sollecito ed efficace intervento del Comune per porre rimedio alle carenze segnalate.

per il Comitato Montello Valbisagno

ing. G.Bado





















miglioramento della segnaletica in via Montaldo e Largo Giardino

                                                                                          Assessorato Mobilità e Traffico
                                                                              Assessorato Legalità e Diritti
                                                                              Assessorato Lavori Pubblici e Manutenzioni

                                                                                           pc : Sindaco di Genova
Genova - 24/06/12

Riferimento: situazioni di pericolo degrado e scarsa vivibilità in via Montaldo

Oggetto: primi interventi per il miglioramento della sicurezza pedonale


Ringraziamo Il Secolo XIX, Mentelocale e gli altri media ed organizzazioni , oltre a Matteo Campora e Paolo Gozzi,  che ci hanno supportato in questa prima fase volta ad ottenere dal Comune degli interventi migliorativi della sicurezza del traffico in Via Montaldo e Largo Giardino.
Mentre apprezziamo quanto fatto dal Comune, in particolare con l'installazione dei segnatori luminosi  all'attraversamento di Scalinata Montaldo/Scuola Ruffini, non possiamo non rilevare che restano irrisolti i problemi di fondo su cui occorrerà intervenire.


Confidiamo che la nuova amministrazione riesca la dove le precedenti non sono riuscite.
Per il Comitato Montello Valbisagno

ing.G.Bado

lunedì 4 giugno 2012

ringraziamento al Secolo XIX per il cantiere del muraglione


Genova 03/06/12


Ringraziamo il Secolo XIX per l'articolo che ci ha dedicato per lo stato dei lavori al muraglione prospiciente i civ. 33 e 35 di  via Montello 




per il Comitato Montello Valbisagno

ing. G.Bado





articolo del Corriere Mercantile sul problema topi in via Montello e scalinata Montaldo

Genova 03/06/12

Ringraziamo il Corriere Mercanitile per l'articolo che ci ha dedicato sull'argomento della derattizzazione di via Montello e della scalinata Montaldo.


per il Comitato Montello Valbisagno

ing.G.Bado


domenica 3 giugno 2012

rinnovo richiesta deratizzazione/stato del cantiere del muraglione civ. 33-35


Da: comitatoviamontello@virgilio.it
Data: 1-giu-2012 19.55
A: <municipio3segnalazioni@comune.genova.it>
Cc: <direzione@astergenova.it>, <gabriella.arata@astergenova.it>
Ogg: topi/via montello-scalinata montaldo/2

la ringrazio
speriamo qualcosa si muova.
non come per i lavori al muraglione prospiciente il civ 33/35 che sono in abbandono da un paio di mesi con i calcinacci che trascinati dalla pioggia che vanno a finire nelle caditoie.
potete cortesemente verificare con aster , che ci legge in copia, che intenzioni hanno riguardo ai lavori?
il precedente dell'archivolto manin/giardino in abbandono da anni ed anni non promette certo bene.
non  vorremmo aggiungere all'"arco di trionfo di marta"  la  "caduta del muro di marco".

cordialmente
g.bado





aggiungiamo le foto del cantiere inviate in allegato alla mail sopra indicata

per il comitato montello valbisagno
ing. g.bado



domenica 20 maggio 2012

immagini della proposta di risistemazione dell'asse viario giardino-manin-corvetto

20/05/12
oggetto : asse viario giardino-manin-corvetto

Ad integrazione del post del 4 marzo 2012 pubblichiamo alcune elaborazioni grafiche che meglio illustrano la proposta.
Sottolineiamo che in questa serie di immagini sono stati rimossi gli edifici circostanti e la vegetazione non è rappresentativa di quella esistente che viene conservata.













E' in preparazione una seconda serie di immagini miste render/foto che miglioreranno la qualità visiva della proposta.


per il Comitato Montello Valbisagno

ing.G.Bado

mercoledì 16 maggio 2012

richiesta intervento derattizzazione in via Montello e scalinata Montaldo





c.att. Assessorato Città Sostenibile

genova  15/05/2012

oggetto : richiesta derattizzazione in via Montello e scalinata Montaldo

vi segnaliamo  nuovamente in modo diretto il problema dei topi in via montello/scalinata montaldo inviandovi in allegato due post già pubblicati sul ns blog


il problema in via montello è generalizzato in prossimità dei cassonetti amiu con particolare intensità nei due grossi ammassi di cassonetti prospicenti il civ 33 e la piazzetta dai civ 16 e 18.

il problema è acuito dal fatto che fanno tane nelle auto parcheggiate e provocano danni alle stesse.
ce ne sono molti anche dai cassonetti nella curva dove inizia il doppio senso di marcia

confidando in un rapido ed efficace intervento

cordiali saluti

per il Comitato Montello Valbisagno

ing. G.Bado


mercoledì 9 maggio 2012

vicinanza e solidarietà ad adinolfi

Genova 08/05/12

Esprimiamo la ns. vicinanza e solidarietà a Mario, uno dei fondatori del ns. comitato, il cui padre è stato vittima di un atto criminale.

per il Comitato Montello Valbisagno

ing. G.Bado

sabato 5 maggio 2012

illustrazione delle attività del comitato negli ultimi 6 mesi


05/05/12

Oggetto: incontri per illustrazione  attività comitato


Nei giorni scorsi abbiamo illustrato l’attività svolta dal nostro comitato negli ultimi 6 mesi.
Durante i quattro incontri abbiamo raccolto notizie ed informazioni dai numerosi partecipanti su problemi e criticità  della zona .
Nei prossimi giorni effettueremo ulteriori incontri e riunioni dedicati ai problemi emersi.

Per il Comitato Montello-Valbisagno

Ing. Giuseppe Bado

nuova viabilità di Molassana, un'ipotesi migliorativa

02/05/12
oggetto: nuova viabilità di Molassana

pubblichiamo la foto del cartello dei lavori previsti ed una prima versione di una possibile soluzione con lievi modifiche che potrebbe presentare dei vantaggio per il traffico e la fruibilità degli spazi commerciali , ludici e di socializzazione.






per il comitato montello valbisagno

ing.G.Bado

miglioramento fermate bus AMT 49 e parcheggi auto e motocicli



 Comitato Montello-VALBISAGNO



MUNICIPIO III GENOVA
                                                                                              BASSA VAL BISAGNO
                                                                                              16142 piazza Manzoni 1
                                                                                              GENOVA


c.att:Arch. Mirko Massardo Presidente del Municipio III
        Dott. David Burlando Presidente II Commissione Permanente del Municipio IIIGenova,

c.att  dott . Pesci –AMT –Genova      
c.att : Vice Sindaco Pissarello/ assessore Farello/assessore Scidone

Genova- 28/04/12

Oggetto : fermate  AMT  bus  49

La gran parte delle fermate del bus 49 in Corso Monte Grappa /Giardino sono realizzate in modo da non consentire l’accosto dei bus al marciapiede e sono quindi fonte di disagio , quando non di pericolo per la forte curvatura della carreggiata e le irregolarità e buche del manto stradale.
Il riposizionamento e la realizzazione di alcune piattaforme risolverebbero la situazione dei passeggeri  e consentirebbero anche il tracciamento di alcuni stalli auto aggiuntivi.
Dove necessario è quindi auspicabile che le zone di ingresso ed uscita dalla fermata siano segnate come zone di divieto di fermata con strisce gialle a zig zag.
Di seguito vengono analizzate le fermate di corso monte grappa e per ciascuna viene indicata la situazione ed una soluzione per migliorarne la fruibilità da parte dei passeggeri ed eventuali vantaggi per il parcheggio delle auto e motocicli.

Fermate Montegrappa / Largo Giardino

La fermata 0845 in direzione Brignole, è ben sistemata , ma la sua buona sistemazione è molto spesso vanificata dalla cattiva conduzione dei bus che invece di accostare, pur con accesso ed uscita libere da intralci, fermano a 50 cm /1 m dal marciapiede costringendo gli utenti a salire dalla strada , cosa sempre fastidiosa per le persone anziane, e per tutti  quando piove e tra il marciapiede ed il bus scorre l’acqua.

Per la fermata 0831 Giardino/ Montegrappa/, direzione Ginestre, invece la situazione è particolarmente critica perché la contiguità degli stalli della blu area impedisce l’accosto al marciapiede e la notevole schiena d’asino della carreggiata amplifica l’altezza percepita della piattaforma del bus..

Per questa fermata è necessaria l’installazione di una piattaforma in linea come quella realizzata in via Assarotti all’altezza della fermata dell’ASL3 e  mostrata nel nostro studio per il miglioramento dell’asse viario Giardino-Manin-Corvetto


fermate  Corso Monte Grappa Magistero

La fermata 0846 in  direzione Brignole,  è  sistemata tra gli stalli della blu area che non permettono nessun accosto del bus.
La situazione può essere facilmente corretta spostando la fermata subito a valle del passaggio pedonale e sistemando un cassonetto AMIU su una piccola piattaforma in modo da separare fisicamente la zona auto dalla fermata bus e consentire una facile uscita del bus dalla fermata senza compromettere il buon accosto.

La fermata 0830 in direzione Ginestre, è sistemata in uno slargo e costringe ad accedere al bus dal piano stradale.
Per questa fermata è necessaria l’installazione di una piattaforma che può essere , in prima ipotesi, realizzata sia come prolungamento del marciapiede di accesso al scalinata che come nuovo marciapiede tra l’ingresso carraio dell’edificio ex-magistero e l’imbocco di via Montello , nella zona attualmente circoscritta da paletti e catenelle che delimitano uno striminzito marciapiede virtuale.
Questa seconda soluzione avrebbe il vantaggio di consentire il tracciamento di un certo numero di stalli per motorini o blu area per auto  nella zona attualmente occupata dalla fermata.

fermate  Corso Monte Grappa Monte Cengio

Entrambe le fermate Montecengio 0847 e 0829 sono ben sistemate e non richiedono interventi per il corretto accosto .

Una tettoia  per la n. 0847 sarebbe di buon conforto per l’attesa anche se  in linea di principio nel muraglione potrebbe essere ricavata una nicchia per ospitare una piccola sala di aspetto.

Fermate Montegrappa /Asiago

La fermata 0848 in direzione Brignole  è disposta tra gli stalli della Blu Area e non consente l’accosto del bus al marciapiede.
Mantenendola nella posizione attuale richiede la costruzione di una piattaforma , in alternativa potrebbe essere spostata a monte subito dopo la curva  realizzando una situazione simile a quella della fermata di Manin/Armellini del 36 in arrivo da Armellini.
Il vantaggio è il minor costo ed il recupero di alcuni stalli auto.

La fermata 0828 in direzione Ginestre  è disposta posta tra cassonetti AMIU e Caritas e l’imbocco di via Asiago e non consente il corretto accosto del bus , con il solito disagio per i passeggeri ed allungamento dei tempi di fermata.
Mantenerla nella posizione attuale richiede la costruzione di una piattaforma trapezoidale, con base maggiore in ingresso, seguita da un breve tratto poco utilizzabile per la sosta di auto, forse lo sarebbe per alcuni motocicli paralleli al marciapiede.
In alternativa la piattaforma trapezoidale può essere raccordata con l’imbocco di via  Asiago spostando i cassonetti verso la base maggiore e ricavando 2-3 stalli per auto.

Fermate  Montegrappa /Banchero

La fermata 0849 in direzione Brignole  è disposta posta a valle del passaggio pedonale tra un  cassonetto AMIU e gli stalli Blu Area.
Il semplice spostamento del cassonetto AMIU a valle della fermata e l’arretramento della stessa di uno spazio equivalente consentirebbe un decente accosto del bus perché a monte del passaggio pedonale ci sono dei passi carrabili con relativo divieto di sosta che consentono un facile accosto del bus.


La fermata 0827 in direzione Ginestre soffre di inconveniente identico che può essere risolto con lo spostamento dei cassonetti AMIU e Caritas in uscita dalla fermata anzichè tra il passaggio pedonale e l’ingresso fermata come adesso.

Fermate  Montegrappa /Montesano

La fermata 0850 in direzione Brignole  è disposta molto male in curva e tra stalli e cassonetti.
Richiede la costruzione di una piattaforma a sagoma trapezoidale  con  base  maggiore verso gli stalli auto posti in corrispondenza dell’edificio di angolo oltre l’ingresso dell’ascensore.
I 4 cassonetti e campane possono essere divisi in due gruppi , campane e cassonetti e raggruppati per consentire una buon presa per lo svuotamento.

La fermata 0826 in direzione Ginestre è sostanzialmente a posto dal punto di vista del corretto accosto del bus.

Confidando in un favorevole accoglimento delle istanze presentate restiamo a disposizione per collaborare al soluzione dei problemi come visti e vissuti dai cittadini – utenti.

ps: a breve sarà pubblicato un supplemento con foto e schizzi delle soluzioni proposte

distinti saluti

Per il Comitato Montello-Valbisagno

Ing. Giuseppe Bado